• diminuisci dimensione carattere
  • diminuisci dimensione carattere
  • aumenta dimensione carattere
  • dimensione carattere
 Il Ticino » Notizie » Post terremoto la Caritas pavese aiuta nel mantovano 

Post-terremoto: la Caritas pavese aiuta nel mantovano   versione testuale

E tutte le Caritas lombarde insieme interverranno nella diocesi di Carpi


Sono stati siglati i gemellaggi grazie a cui le Caritas della Lombardia sosterranno le popolazioni delle zone colpite dal terremoto nella loro difficile impresa di risollevarsi dalla tragedia. Le assegnazioni sono state coordinate da mons. Giuseppe Merisi, Vescovo di Lodi nonchè presidente della Caritas Italiana.
Nello specifico la Caritas di Pavia lavorerà al fianco di quella vigevanese sulle parrocchie di Revere, Quingentole e Sustinente, che si trovano nella zona del mantovano maggiormente colpita dal sisma.
Il secondo gemellaggio vede scendere in campo Caritas Lombardia al completo, di cui peraltro è referente per l’emergenza terremoto proprio il direttore della nostra Caritas don Dario Crotti. Le Caritas della regione uniranno le forze per schierarsi al fianco della diocesi di Carpi, seguendo da vicino l’opera di rinascita della zona pastorale di Mirandola. Sono dieci le parrocchie che compongono questa zona e i due punti di riferimento principali saranno i parroci di Mirandola e Novi di Modena, rispettivamente don Carlo Truzzi e don Ivano Zanoni. E nella parrocchia di Santa Caterina, a Rovereto sulla Secchia, il clima di tristezza è ancora più forte: don Massimo Dotti si impegna con coraggio ma il ricordo di tutti va ancora a don Ivan Martini, il parroco rimasto sotto le macerie della chiesa nel tentativo di portare in salvo la statua della Madonna. Uno striscione rammenta il suo gesto eroico, fuori dalla chiesa che non c’è più.

Daniela Scherrer

 


stampa pagina segnala pagina condividi Facebook  Twitter  Technorati  Delicious  Yahoo Bookmark  Google Bookmark  Microsoft Live  Ok Notizie