• diminuisci dimensione carattere
  • diminuisci dimensione carattere
  • aumenta dimensione carattere
  • dimensione carattere
 Il Ticino » Notizie » Sequestrati 

Sequestrati beni per 1,8 milioni di euro ad amministratori e soci di Cantina Terre d'Oltrepò   versione testuale

L'operazione della Guardia di Finanza su ordine del Gip del Tribunale di Pavia


Nell'ambito delle indagini condotte dalla Guardia di Finanza e coordinate dalla Procura della Repubblica di Pavia nei confronti della Cantina di Terre d'Oltrepò, già al centro di un'inchiesta della magistratura per una maxi-truffa (oltre 300 persone indagate per un vino spacciato come Pinot pregiato, quando in realtà era prodotto con altre
uve), il giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale di Pavia ha ordinato il sequestro di beni mobili ed immobili (per un valore complessivo di 1,8 milioni di euro) di amministratori e soci conferitori.  
 Il provvedimento è stato emesso in seguito all'accusa di frode e evasione fiscale che sarebbe stata realizzata mediante emissione ed utilizzo di fatture per operazioni inesistenti e trasferimento fraudolento e possesso ingiustificato di valori. Le indagini, condotte dalla Guardia di Finanza di Pavia, hanno consentito "di accertare che uno dei soci conferitori, familiare dell'amministratore della Cantina - si legge in una nota della Fiamme Gialle -, ha acquistato terreni ed immobili utilizzando denaro proveniente dall'utilizzo di fatture per operazioni inesistenti".

stampa pagina segnala pagina condividi