• diminuisci dimensione carattere
  • diminuisci dimensione carattere
  • aumenta dimensione carattere
  • dimensione carattere
 Il Ticino » Notizie » Università di Pavia: più 10 per cento di nuovi iscritti 

Università di Pavia: più 10 per cento di immatricolazioni   versione testuale

L'apertura dell'Anno Accademico con il Presidente del Senato, Pietro Grasso


Il presidente del Senato Pietro Grasso ha partecipato oggi, lunedì 13 novembre, all’inaugurazione dell’Anno Accademico dell’Università di Pavia.
Il corteo del Senato Accademico ha dato il via alla cerimonia in Aula Magna nella quale ha esordito il rettore prof.Fabio Rugge con un bilancio sullo stato di salute dell’ateneo pavese.
“L’Università di Pavia ha fatto registrare un incremento del 10% nelle immatricolazioni del 2017/2018; il nostro Ateneo non “regala” voti ma punta sulla qualità della formazione. 
Nell’ambito della ricerca sui 119 dipartimenti italiani di eccellenza 4 sono di Pavia. E 12 docenti sono vincitori di progetti europei.
Stiamo lavorando per creare un grande polo museale a Palazzo Botta (il “Museo Spallanzani” con migliaia di reperti) e investiremo, in opere edilizie generali, 46milioni di euro nel prossimo triennio”.
Dopo l'intervento della rappresentante del Consiglio degli Studenti Elisabetta Franchi e la “lectio magistralis”  intitolata "Osservare la vita-una molecola alla volta” affidata al prof. Federico Forneris, associato di Biologia molecolare è interventuo il presidente del Senato Grasso. "Il Senato sta collaborando con l’Università di Pavia con il “Master in lingua del diritto”, si tratta di un impegno comune per scrivere leggi più comprensibili. Il linguaggio del Diritto promuove democrazia, i cittadini sono partecipi e si riconoscono nello Stato se comprendono leggi e termini"
Sollecitato dalla studentessa Franchi sullo Ius culturae Grasso ha affermato:“Chi viene escluso dalla vita comune è più debole e più vulnerabile 
al rischio di radicalismo ideologico. Riconoscere i diritti e doveri significa fare sicurezza”.
Infine un appello agli studenti: “Siate uomini e donne protagonisti nella società, cittadini attivi, perché abbiamo bisogno della vostra forza critica e ideale”.
 
M.R.
 

 


stampa pagina segnala pagina condividi