• diminuisci dimensione carattere
  • diminuisci dimensione carattere
  • aumenta dimensione carattere
  • dimensione carattere
 Il Ticino » Notizie » "Bando periferie" 

"Bando periferie", lettera aperta di Massimo Depaoli alle realtà associative e sindacali di Pavia   versione testuale

Il sindaco chiede di sottoscrivere l'appello dell'Anci per ripristinare l'efficacia immediata del provvedimento


Il sindaco di Pavia, Massimo Depaoli,  ha scritto una "lettera aperta" alle realtà associative e sindacali della città chiedendo di sottoscrivere l'appello dell'Anci per ripristinare l'efficacia immediata del "Bando periferie" e scongiurare così lo stop all'iter attuativo dei progetti di rigenerazione urbana. Per la città, spiega Depaoli, significa dover rinunciare a più di 10 milioni di investimenti e a circa 35 milioni di indotto sul territorio per nuove realizzazioni, recupero e valorizzazione di luoghi, immobili e infrastrutture. La lettera è stata inviata a Confindustria, ANCE, Camera di Commercio, Confcommercio, CNA, Confartigianato, Confcooperative, Ordini professionali Architetti, Ingegneri, Geometri, Periti, CGIL, CISL e UIL.
 "Come sindaci coinvolti - scrive Depaoli - ci stiamo muovendo a livello nazionale con Anci, che è stata audita dalle Commissioni riunite della Camera, e altri passaggi di mobilitazione sono previsti. Crediamo però che sia altrettanto importante che a livello locale le categorie produttive e le realtà potenzialmente interessate dal piano di investimenti condividano la preoccupazione che sta attraversando il Paese, e in modo particolare quelle città medie che ne sono l'ossatura e sono le prime beneficiarie del Bando".

stampa pagina segnala pagina condividi