• diminuisci dimensione carattere
  • diminuisci dimensione carattere
  • aumenta dimensione carattere
  • dimensione carattere
 Il Ticino » Notizie » Indulgenza plenaria per il "Giubileo di San Riccardo Pampuri" 

Indulgenza plenaria per il "Giubileo di San Riccardo Pampuri" a Trivolzio   versione testuale

Sarà possibile ottenerla dal 1 maggio 2019 al 1 maggio 2020


Indulgenza plenaria per chi, dal 1 maggio 2019 al 1 maggio 2020, si recherà in preghiera nella chiesa di Trivolzio, dove sono custodite le spoglie di San Riccardo Pampuri. Lo ha annunciato giovedì 1 novembre la Diocesi di Pavia, attraverso il vescovo Corrado Sanguineti e don Paolo Serralessandri, parroco di Trivolzio, rendendo noto il decreto emanato lo scorso 27 ottobre dalla Penitenzieria Aspostolica del Vaticano. Il 1 novembre 1989 San Riccardo Pampuri è diventato santo, canonizzato da Papa Giovanni Paolo II. Nato a Trivolzio nel 1897, Erminio Pampuri si laureò in Medicina ed esercitò la professione di medico condotto a Morimondo (Milano). Svolgendo il lavoro di medico scoprì la sua vocazione, maturando la decisione di entrare nell'Ordine ospedaliero di San Giovanni di Dio, conosciuto anche come Fatebenefratelli, prendendo il nome di Riccardo. Morì ancora giovane,  nel 1930. Ecco, di seguito, il decreto della Penitenzieria Aspostolica del Vaticano:
 
 
Penitenzieria Apostolica

 

Prot. N. 1156/18/I

Decreto

La Penitenzieria Apostolica, per favorire la pietà dei fedeli e la salvezza delle anime, in forza delle facoltà concessegli in modo particolare dal Nostro Santo Padre Francesco, prendendo in considerazione la richiesta avanzata da SE mons. Corrado Sanguineti Vescovo di Pavia insieme al Parroco della Parrocchia dei Santi Cornelio e Cipriano in Trivolzio nella suddetta Diocesi, in occasione del giubileo di S. Riccardo (Erminio Filippo) Pampuri, medico dell’Ordine Ospedaliero di san Giovanni di Dio, attingendo ai tesori di grazia della Santa Chiesa, concede benevolmente l’Indulgenza Plenaria  alle consuete condizioni (confessione sacramentale, comunione eucaristica e preghiera secondo l’intenzione del Sommo Pontefice) da lucrarsi dal giorno 1 maggio 2019 al giorno 1 maggio 2020 da tutti i fedeli che mossi da sincero spirito di penitenza e di carità visiteranno la chiesa parrocchiale dei santi Cornelio e Cipriano e in essa partecipando alle celebrazioni giubilari o sostando in orazione davanti alle spoglie del Santo recitando la Preghiera del Signore, il Simbolo di Fede e alcune invocazioni alla Beata Vergine Maria e a san Riccardo Pampuri. Tale Indulgenza può essere lucrata anche per i fedeli che si trovano in Purgatorio mediante la pratica del suffragio. Gli anziani, gli ammalati, e tutti coloro che per grave causa sono impediti ad uscire di casa, possono parimenti lucrare l’indulgenza alle tre condizioni consuete,  escludendo ogni affetto al peccato, unendosi spiritualmente alle celebrazioni giubilari e offrendo i propri dolori e sofferenze a Dio misericordioso. Per favorire, poi, un più largo accesso al perdono divino da conseguire attraverso il ministero della Chiesa, questa Penitenzieria chiede che il Parroco e alcuni sacerdoti, muniti delle opportune facoltà di amministrare il Sacramento della Penitenza, si dedichino con animo generoso all’esercizio della Confessione nella suddetta chiesa. La presente è valida per tutto l’anno giubilare di san Riccardo Pampuri. 

Non ostante qualsiasi cosa in contrario.

Dato a Roma, dalla sede della Penitenzieria Apostolica, il giorno 27 del mese di Ottobre, dell’anno 2018.

Mauro card. Piacenza

Penitenziere Maggiore

 

Cristoforo Nykiel

Reggente


stampa pagina segnala pagina condividi