• diminuisci dimensione carattere
  • diminuisci dimensione carattere
  • aumenta dimensione carattere
  • dimensione carattere
 Il Ticino » Notizie » Investe la fidanza incinta, ambulante 30enne arrestato dalla polizia 

Investe la fidanzata incinta, ambulante 30enne arrestato dalla polizia   versione testuale

Il fatto è accaduto a San Martino Siccomario. L'uomo fermato dalla squadra mobile


Ha tentato di investire la sua fidanzata di 23 anni, incinta di due gemelli, perchè lei si era rifiutata di abortire. Il fatto è avvenuto attorno alle 15 di mercoledì 6 febbraio a San Martino Siccomario, alla fermata dell'autobus di fronte all'area ex Prescav. L'uomo, ambulante di origini marocchine come la compagna e da anni regolarmente residente sul territorio pavese, è stato arrestato dagli agenti della squadra mobile della questura di Pavia non appena arrivato in ospedale: due le accuse a suo carico, tentato omicidio e tentativo di interruzione volontaria di gravidanza. I due, coppia fissa da qualche tempo, litigavano da settimane: l'uomo aveva tentato di convincere la ragazza ad interrompere la gravidanza ricorrendo anche a pesanti minacce. La giovane aveva quindi deciso di andarsene di casa e vi era ritornata mercoledì per recuperare alcuni effetti personali e per confrontarsi un'ultima volta con il compagno. Ma il clima tra i due non si è rasserenato, anzi: mentre la 23enne aspettava l'autobus, il compagno l'ha notata e con una brusca manovra ha puntato la sua auto contro di lei. La giovane è stata portata al pronto soccorso del San Matteo di Pavia con l'ambulanza: qui è stata notata da un agente di polizia fuori servizio che l'ha avvicinata, ha raccolto per primo la sua testimonianza e ha provveduto subito ad avvisare i colleghi. "Siamo andati in ospedale, abbiamo verbalizzato e atteso che l'uomo si facesse vedere - ha sottolineato Francesco Garcea, capo della squadra mobile della Questura di Pavia, nella foto durante la conferenza stampa -. Lo abbiamo arrestato quasi in flagranza di reato. Ora è nel carcere di Torre del Gallo in attesa della convalida del fermo che potrebbe arrivare in serata oppure domani". La 23enne marocchina è stata giudicata guaribile in 30 giorni dai medici del Policlinico San Matteo; sembra che non ci siamo problemi per i gemellini che la donna porta in grembo. 
 

Simona Rapparelli

stampa pagina segnala pagina condividi