• diminuisci dimensione carattere
  • diminuisci dimensione carattere
  • aumenta dimensione carattere
  • dimensione carattere
 Il Ticino » Notizie » Ignazio Ganga: " 

Ignazio Ganga: "No al salario minimo, va rafforzata la contrattazione"   versione testuale

Il segretario confederale della Cisl è intervenuto a Pavia al consiglio generale della Cisl Pavia-Lodi


"La lotta alla precarietà non si combatte con provvedimenti come l'introduzione del salario minimo, ma restituendo forza alla contrattazione". E' il messaggio che Ignazio Ganga, segretario confederale della Cisl, ha inviato al nuovo governo. Ganga è intervenuto lunedì 9 settembre a Pavia al consiglio generale della Cisl Pavia-Lodi. Ad aprire i lavori è stata Elena Maga, segretario generale della Cisl Pavia-Lodi. "Non faremo sconti al nuovo governo, così come non li abbiamo fatti a quello che l'ha preceduto - ha sottolineato Ganga -. Dalla futura legge di bilancio, prima che un'enunciazione di provvedimenti e misure, ci attendiamo soprattuitto una nuova idea di società". Per Ganga ci sono urgenze che il nuovo governo deve affrontare, a cominciare da sanità e scuola: "Abbiamo chiesto, insieme a Cgil e Uil, un incontro al nuovo ministro della salute, Roberto Speranza: serve un nuovo piano per la sanità, oggi mancano migliaia di medici e infermieri, nel privato il contratto è scaduto da 12 anni. E non si può iniziare l'anno scolastico con tutte queste cattedre ancora scoperte. Dalla politica ci attendiamo risposte forti e semplici, basta con la propaganda: un governo deve dimostrare di avere la capcità di non sopravvalutare le risorse a disposizione".

 

 
 
SUL NUMERO DE "IL TICINO" NELLE PARROCCHIE DELLA DIOCESI DI PAVIA E NELLE EDICOLE DI TUTTA LA PROVINCIA DA VENERDI' 13 SETTEMBRE, POTRETE LEGGERE UN SERVIZIO SUL CONSIGLIO GENERALE DELLA CISL PAVIA-LODI

stampa pagina segnala pagina condividi